Aumenti della tassa dei rifiuti esagerati

L’aumento delle bollette ASIU ha generato fra i cittadini forti perplessità ed un crescente malumore.
Purtroppo che ciò sarebbe accaduto era stato annunciato alcuni mesi fa dall’azienda, provocando una forte presa di posizione da parte nostra e di altre forze politiche sia sulla stampa che in Consiglio Comunale.
Sicuramente è mancata un’adeguata informazione preventiva, anche se per onor del vero, gli organi d’informazione hanno comunque più volte pubblicato notizie in merito, forse passate inosservate.
Ma è ovvio che la questione prima o poi sarebbe stata affrontata in modo più approfondito, ora pur nella consapevolezza che non ci sono vie d’uscita, serve perlomeno un minimo di sensibilità per mettere in condizione gli utenti di digerire questi aumenti oggettivamente esagerati.
La legge è chiara e prevede che il costo del servizio sia interamente coperto dalle utenze, pertanto non resta che pagare, anche se è opportuno specificare in modo dettagliato l’origine degli aumenti così elevati.
In primis non possiamo esimerci da rilevare scelte sbagliate da parte di ASIU, pur riconoscendo che la tariffa della nettezza urbana per i piombinesi è sempre stata notevolmente inferiore a gran parte dei comuni limitrofi e non solo, certamente le valutazioni sulla durata della discarica di Ischia di Crociano sono state errate.
Infatti il conferimento di rifiuti speciali provenienti da altre zone, ha permesso di caricare gran parte dei costi su quella tipologia di servizio, abbassando notevolmente il prezzo dei rifiuti solidi urbani per gli utenti locali.
Nel momento in cui tutto ciò non è più possibile per ovvi limiti di autonomia della discarica, tutto il costo purtroppo è a carico dei cittadini, senza possibilità alcuna di avere un’alternativa perlomeno nell’arco dei prossimi tre anni.
A questo punto sarebbe opportuno trovare una soluzione per dilazionare in modo diverso i pagamenti, evitando come è accaduto, di dover pagare la restante quota del 2009 e tutta quella del 2010 in questo anno solare, in un momento di crisi come questo potrebbe essere perlomeno un aiuto per le famiglie.
Nel frattempo auspichiamo che si realizzino i progetti industriali prospettati da ASIU, che potrebbero garantire, dopo anni di attese ed anche di valutazioni sbagliate, prospettive per risolvere definitivamente il problema dello smaltimento dei rifiuti nel nostro territorio e permettere di ridurre nuovamente le tariffe, come promesso dai vertici aziendali.

Luigi Coppola

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: