Pisa. Le amministrazioni PD favoriscono gli interessi privati a discapito della salute dei cittadini

Nel silenzio assoluto delle amministrazioni interessate (comuni e provincia) ed all’insaputa della maggioranza della popolazione, si sta di nuovo assestando un duro colpo alla tutela ambientale con ulteriori, gravi rischi per la nostra salute: tre nuove strutture di incenerimento dei rifiuti (chiamati piorogassificatori, dissociatori molecolari o gassificatori) sono in fase di istruttoria o in attesa di autorizzazione, da parte dell’amministrazione provinciale, in un raggio di circa 10 km e, precisamente, a Castelfranco di sotto, Vicopisano e Pontedera. Questo in un quadro nel quale l’amministrazione provinciale è largamente inadempiente rispetto ad un piano organico di localizzazione di tali impianti, non dispone di una valutazione oggettiva dei carichi inquinanti presenti e futuri per nuovi insediamenti di trattamento termico dei rifiuti ed in assenza di un piano interprovinciale che non è stato ancora approvato. D’altro canto il tempo impiegato per portare le pratiche a compimento, eccezionalmente breve, la dice lunga sulla volontà dell’amministrazione provinciale di giungere il più presto possibile a chiudere la questione. Non è certo la prima volta che, nel corso degli anni, ci troviamo a denunciare la scellerata gestione del territorio anche dal punto di vista della tutela ambientale ma, evidentemente, i poteri forti contano di più della difesa della salute dei cittadini. Anche in quest’occasione, pertanto, non stiamo certo a “parare il sacco” e, per questo, il rappresentante in consiglio provinciale dell’UDC ha presentato una apposita mozione per far emergere tutta la verità sulla vicenda e per salvare quanto ancora è salvabile. La mozione sarà trattata nel pomeriggio di martedì 20 luglio nella sala consiliare della provincia. Se hai interesse a conoscere la verità ed a tutelare la tua salute, cerca di essere presente: lamentarsi dopo non serve a niente.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: